top of page

Recensioni Yerba Mate (per Chimarrao) by "el Capitàn" (Yurick Balbo, fondatore @ClubdelMateItalia)

Ciao Materos!


come ben sapete, la grande empatia che si è creata fin dal primo momento con Yurick Balbo, "el capitan" come ci piace chiamarlo, va avanti oramai da anni e grazie a questa collaborazione abbiamo voluto regalarvi un articolo dove troverete le recensioni sulle yerba mate principali per bere un buon Chimarrao, il mate che si beve in Brasile. Prossimamente anche le recensioni sulle yerba mate argentine e uruguaiane!


Speriamo vi piacciano, ma sopratutto che vi siano utili!


Buona lettura.




Barão "Export" : Sebbene questa famosissima azienda ervateira brasiliana sia perlopiù conosciuta per la produzione di mate da chimarrão è stato per me impossibile non recensire questo prodotto di nicchia, quasi introvabile in Europa ma assolutamente da porre all'attenzione degli amanti delle yerbas sin palo in stile #uruguayo . Questa Barão è prodotta appositamente per il mercato esterno al Brasile, in quanto questo tipo di granulometria (PU1) e lavorazione (con stazionamento di 12/24 mesi) non incontra i gusti dei mateadores brasiliani. Ottimo prodotto che non ha nulla ad invidiare all'altra famosissima brasiliana per uruguayos dal pacco giallo. Sapore cremoso, avvolgente, dalla tipica schiuma ricca e persistente e con un'aciditá molto piu tenue delle altre sin palo. Non può che essere un vantaggio a suo favore, così come un packaging con un margine di richiusura più ampio, molto più comodo anche per versarla. Una yerba dunque a chi volesse provare un "pacchetto giallo" diverso dal solito.




"Gáucha da Serra" : Se siete amanti della erva brasiliana e volete fare una nuova esperienza sensoriale, ecco un chimarrão che fa per voi. Dal packaging artistico creato dall'artista polacco @piotrdeptaklesta , questo mate è stato per me una piacevole nuova scoperta. Azienda ervateira molto giovane ma rispettosa della "tradição", ha sede nel nordest di #riograndedosul in una cittadina con fortissima presenza migratoria italiana Questa erva è leggermente meno fine del solito ma non abbastanza per poterla definire moida grossa. Ha una granulometria molto particolare e un ottimo assorbimento dell'acqua che ne aumenta notevolmente il volume durante la cevada. Consiglio infatti di riempire un po' meno del solito la cuia per poterla apprezzare al meglio. Soavemente amara e con una nota persistente che ricorda il profumo dei biscotti appena sfornati Schiuma ricca e stabile e color verde scuro, non posso che amarla e consigliarla.. Una vera e propria sorpresa!

"Yacuy Nativa": oggi vi parlo di questa erva per chimarrão #catarinense che a differenza delle altre provate fin'ora presenta già una diversità nell'impacchettamento non sottovuoto. Solitamente le native hanno uno spiccato amaro mentre questa è molto delicata. Colore verde scuro e retrogusto di fieno, presenta una moida fina ricchissima di palitos (PN3). La schiuma è praticamente impercettibile e la forte assorbenza fa sì che un thermos da mezzo litro sia più che sufficiente. Sono curioso di provare le altre tipologie di questa famosa azienda di Santa Catarina per notare le differenze.


"Rei Verde TRADICIONAL" : Oggi recensisco questa classica brasiliana #riograndense che trae la sua qualità dalle foreste native sia di Rio Grande do Sul, che del Paraná e Santa Catarina. Qualità altissima, moida veramente fina di colore verde brillante e palo sottile e mai invadente. Sapore equilibrato, duraturo e profumo di erba fresca appena tagliata Schiuma cremosa e persistente. Per apprezzarla al meglio consiglio una temperatura dell'acqua tra i 75° e gli 80°. Un chima che soddisfa vista, olfatto e gusto!

"MetaMate "Moonshine"/raccolto luglio 2019: Questa sera ho avuto l'onore di provare questa erva non ancora in commercio grazie ai miei amici di @metamate. É stato quindi emozionante aprire questo pacchetto sottovuoto di una raccolta che è avvenuta solamente due mesi fa. Il profumo di affumicatura naturale (con metodo tradizionale barbacoa ) è il primo dato da segnalare che dona particolarità a una erva che è difficile da catalogare come chimarrão (comunque moida grossa) e nel contempo descrivere come granulometria di taglio "argentino". Questo "Moonshine" ha anche un po' di Italia dentro di sé. Infatti la realtà contadina che lo coltiva e lo produce nelle foreste selvatiche e primordiali di Rio Grande do Sul sono le famiglie Gehm e Tolotti (emigrati italiani in Brasile da molte generazioni). Un colore verde intenso con alcune note gialle e rossastre nel palo. Un' affumicatura persistente ma mai ingombrante. Un sapore erboso e fresco tipico del metodo di produzione del Brasile del Sud. Assolutamente cinque stelle per questo mate gourmet (nella qualità) ma selvaggio, eco sostenibile e soprattutto equosolidale!




"Valerio Organica" : Oggi vi racconto questa erva brasiliana di Rio Grande do Sul, #Arvorezinha, raccolta all'alba nel mezzo della foresta Atlantica in alta Valle do TaquariCome ho notato in tutti i chimas #biologici la prima qualità è sicuramente la delicatezza.Consiglio acqua a 75° per sprigionare al meglio il sapore fresco e la sua schiuma ricchissima.Verde smeraldo, moida fina con numerosi palitos (PN3) molto sottili,adatta sicuramente agli amanti del chimarrão leggero.


"Cambona 4" : Solitamente prima di scrivere una recensione assaggio 3 o 4 volte l'erva/yerba in questione. Questa volta mi sono preso un po' più di tempo e ho aspettato di finire quasi una decina di #cuias. Cambona è la prima brasiliana ottenuta da progenie biclonali, ossia incrociando pianta maschio e pianta femmina della stessa #ilexparaguariensis. Questo per ottenere un chimarrão più delicato al palato. Premetto di non essere un amante della parola "suave" e di ciò che ne consegue. In effetti questa Barão prodotta a #Machadinho (RS) è molto leggera. Sono riuscito ad apprezzarla accostandola a un dolce, torta o biscotti o la classica #goiabada perché altrimenti il buon amaro tipico del mate non è percettibile e lascia spazio solo a un piccolo retrogusto di erba fresca. Molida fina di color verde pastello e schiuma abbastanza ricca, questa erva è consigliata per i neofiti del chimarrao ma non per chi ha già parecchi thermos sul proprio curriculum.


"Laranjeiras" : Oggi andrò a recensire questa erva brasiliana del #Paranà che prende il nome dalla città nella quale viene prodotta. Ero molto curioso di assaggiarla da tempo, attirato dalla confezione a mio avviso molto accattivante Moida fina di colore verde lucente e palitos di varie pezzature presenti con una percentuale a mio avviso sullo standard PN2 Il sapore è delicato ma in senso positivo, duraturo e con una nota aromatica quasi mentolata, profumo di erba fresca e schiuma sufficientemente duratura anche dopo qualche cevada. Per apprezzarla al meglio consiglio una temperatura dell'acqua più vicina agli 80°.In generale una buona erva consigliata a chi non ama i chimas troppo forti.




Se avete voglia di addentrarvi in questo mondo, potete farlo grazie al "Capitan" che fece un accordo con la azienda Un Mate Europa dove si può ottenere uno sconto del 10% sui vostri futuri acquisti nel link che trovate qui, applicando il coupon: CLUBMATEITALIA al check-out!



Buon Chima amici!



76 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

MA.TE.AR

Σχόλια


bottom of page